Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Skin ADV
Home



Le Vostre Domande

Mps, quale sarà il valore delle nuove azioni?

Rispondiamo ad alcuni quesiti di un lettore in vista della ricapitalizzazione precauzionale della banca più antica del mondo

Redazione FR
giovedì 27 luglio 2017 11:26

Quante azioni avrà chi attualmente possiede 1.000 azioni Mps, quale sarà il loro valore e converrà acquistarne altre quando il titolo della banca più antica del mondo tornerà a essere quotato a Piazza Affari? Lo chiede un lettore in una email indirizzata a redazione@finanzareport.it, anche dopo aver letto l'ultimo approfondimento sull'imminente ricapitalizzazione precauzionale di Banca Mps. Risponde Carmelo Catalano.

"In merito alla ricapitalizzazione precauzionale di Mps vorrei porre in concreto il seguente quesito. Esempio: il possessore di 1.000 vecchie azioni Mps quante azioni avrebbe e quale sarebbe il valore delle stesse dopo la ricapitalizzazione? Sarebbe a lui conveniente acquistare ulteriori azioni? Grazie".
Luca Mattioli

Il gentile lettore pone tre distinti quesiti relativi all'esito ricapitalizzazione di MPS:

a) Quante azioni avrà chi attualmente possiede 1.000 azioni;

b) Quale sarà il loro valore;

c) Se al momento della ripresa delle contrattazioni potrà risultare conveniente acquistarne altre.

Rispondiamo in ordine:

a) Il numero di azioni dei vecchi azionisti non viene toccato dalla ricapitalizzazione, e pertanto 1.000 azioni sono e tali resteranno;

b) Il loro valore dipenderà da due fattori: 1) il prezzo di emissione delle nuove azioni assegnate agli obbligazionisti subordinati e allo Stato; 2) da come il mercato valuterà la "Nuova MPS" soprattutto in relazione alla capacità di raggiungere i target fissati nel piano industriale; sulla base di alcune ipotesi abbiamo stimato in circa € 6,00 il valore iniziale delle azioni, valore che poi, in un arco di tempo più o meno lungo, potrebbe variare notevolmente, in alto o in basso, a seconda dei risultati economici della BANCA e della valutazione, appunto, che il mercato farà sulla capacità di raggiungere i target previsti dal piano di ristrutturazione;

c) Noi riteniamo che al momento di investire una somma di denaro su un titolo azionario, bancario nell'ipotesi, l'investitore debba valutare tutte le possibilità presenti sul mercato scegliendo il titolo che in base alle sue valutazioni farà meglio degli altri, e non selezionare un titolo per il solo fatto di essere già in possesso di azioni di quella società nel tentativo di abbassare il prezzo di carico. Di più, proprio il fatto di possedere già un titolo dovrebbe essere un fattore che, a parità di altre condizioni, ci induce a scegliere un altro titolo, in un'ottica, sia pur minima, di diversificazione.

Dott. Carmelo Catalano



Copyright © 2017 Tutti i diritti riservati
AM FACTUAL SRLS C.F. 09708930962
Privacy