Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Skin ADV
Home



News Flash

Astaldi, le banche aprono i rubinetti

Unicredit, Intesa Sanpaolo, Bnp Paribas e Banco Bpm in campo per il general contractor in attesa dell'aumento di capitale a settembre

S. N.
giovedì 14 giugno 2018 11:34

Ossigeno per Astaldi in attesa del prossimo aumento di capitale da 300 milioni che vedrà peraltro l'ingresso del socio giapponese Ihi con oltre 112 milioni.

Nelle prossime ore infatti Unicredit, Intesa Sanpaolo, Bnp Paribas e Banco Bpm dovrebbero aprire il rubinetto ad Astaldi, sbloccando una situazione di impasse: su 60 milioni di finanziamento bridge to equity, le prime due daranno 22 milioni a testa, le altre due il resto. Lo scrive il Messaggero aggiungendo che si tratta di liquidità necessaria per l'attività corrente da usare fino a settembre, quando dovrebbero entrare i 300 milioni con cui si procederà al rimborso.

Le quattro banche dovranno anche concedere fidejussioni per 175 milioni a fronte delle commesse. Infine il riassetto del general contractor tricolore dovrebbe comprendere l'arrivo di un nuovo top manager la cui ricerca è affidata a Egon Zehnder.

Il titolo in Borsa avanza in questo momento dello 0,4% a 2,21 euro nonostante l'intonazione negativa del mercato.



Testata giornalistica registrata al Tribunale di Monza - Copyright © 2018 Tutti i diritti riservati
AM FACTUAL SRLS C.F. 09708930962
Privacy