Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Skin ADV
Home



News Flash

Autogrill in corsa per le concessioni Elior

Analisti positivi dopo le indiscrezioni di stampa: un ampio portafoglio che i francesi puntano a scorporare

S. N.
mercoledì 5 dicembre 2018 12:15

Il colosso francese della ristorazione Elior studia la vendita del suo portafoglio di concessioni. E in prima fila secondo indiscrezioni di stampa ci sarebbe Autogrill.

Le concessioni di Elior includono diversi contratti internazionali fra autostrade e aeroporti, compresi gli scali di Los Angeles e Madrid. La divisione pesa per il 28% del giro d'affari e il management pensa allo scorporo nel 2019. Asset che, secondo quanto scrive stamani il Sole 24 Ore, farebbero gola soprattutto ad Autogrill, mentre anche il gruppo Cremonini sarebbe potenzialmente interessato.

Non rientrano invece nel perimetro delle concessioni, e dunque nell'eventuale spin-off, bar e ristoranti dei Frecciarossa. In una nota diffusa dopo le indiscrezioni di stampa, Elior Italia ha infatti precisato che Itinere è un marchio creato appositamente per la ristorazione su Frecciarossa, Frecciargento e Frecciabianca - ed è "controllato direttamente da Elior Italia nell'ambito della ristorazione collettiva e non delle concessioni per cui non rientra nel perimetro oggetto delle possibili valutazioni strategiche a livello di gruppo". L'accordo con il Gruppo Ferrovie dello Stato, partito nel 2013, è di 4 anni più 2 di proroga, con una scadenza prevista per la fine del 2019.


In ogni caso la strada maestra sarebbe quella dello scorporo delle concessioni, che come ha detto ieri l'ad Philippe Guillemot offrirebbe "più spazio di manovra per creare valore per gli azionisti".

Secondo gli analisti di Equita Sim l'operazione permetterebbe di aumentare significativamente le dimensioni con la possibilità di ottenere economie di scala, mentre l'aspetto critico è legato all'aumento dell'esposizione verso canali diversi dagli aeroporti. Restano tuttavia da valutare multipli e sinergie di un'eventuale operazione, a partire dal perimetro d'interesse per Autogrill.

Intanto in Borsa il titolo segna alle ore 12,15 un -0,12% a 8,305 euro.



Testata giornalistica registrata al Tribunale di Monza - Copyright © 2018 Tutti i diritti riservati
AM FACTUAL SRLS C.F. 09708930962
Privacy