Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Skin ADV
Home



News Flash

Carige già al lavoro su aumento di capitale?

Esclusa una fusione con Mps a causa del deficit patrimoniale da coprire per rispettare i diktat della Bce

Rosario Murgida
lunedì 1 ottobre 2018 09:01

Carige sta già lavorando su un aumento di capitale. L'indiscrezione arriva da un articolo del Sole 24 Ore che ricostruisce i motivi che escludono la possibilità di una fusione tra la banca ligure e il Monte dei Paschi di Siena, a causa delle difficili condizioni patrimoniali in cui si trovano.

Del resto la banca genovese è da poco uscita da una guerra di schieramenti tra i Malacalza e il finanziere Raffaele Mincione e deve risolvere un deficit patrimoniale, mentre a Siena sono costretti a rispettare i diktat della Bce.

Inoltre, rimarca il quotidiano, la banca genovese deve trovare un partner che convinca gli investitori chiamati a un nuovo aumento di capitale che c'è una buona ragione per sottoscriverlo mentre Mps, già da qualche mese, sta ragionando su un percorso di merger per il 2019 ma senza includere l'ipotesi ligure ma guardando, magari, a Ubi, Banco Bpm o Bper.


In ogni caso su una possibile fusione con Mps, Carige replica che "ritiene la notizia priva di fondamento", anche perché, a quanto pare, l'operazione non risolverebbe i problemi delle due banche.

Intanto a Piazza Affari il titolo Carige ha aperto in rialzo del 3,12%.



Testata giornalistica registrata al Tribunale di Monza - Copyright © 2018 Tutti i diritti riservati
AM FACTUAL SRLS C.F. 09708930962
Privacy