Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Skin ADV
Home



News Flash

Eni: avanti con Zohr in Egitto, Descalzi in Iraq

Il maxi giacimento di gas segna un nuovo traguardo nella produzione. L'ad Descalzi ricevuto dal ministro del petrolio iracheno

S. N.
lunedì 10 settembre 2018 09:52

Fine settimana ricco di avvenimenti per Eni. Il gruppo ha infatti segnato un nuovo traguardo nel maxi giacimento a gas di Zohr, in Egitto, mentre l'ad Claudio Descalzi ha fatto tappa in Iraq.

Zohr, secondo quanto comunicato dall'Eni, ha raggiunto una produzione di 2 miliardi di piedi cubi al giorno, corrispondenti a circa 365mila barili di olio equivalente al giorno. La quota Eni è di 110mila barili; il risultato, per quanto atteso, è stato centrato con un anno di anticipo rispetto al piano originale, come sottolineano gli analisti di Equita, che confermano la raccomandazione Buy con target price di 18,5 euro.

In Iraq invece l'ad Claudio Descalzi è stato ricevuto dal ministro del petrolio iracheno, Jabbar Ali Hussein Luaibi, con il quale ha discusso l'ulteriore aumento della produzione di di Zubair, già cresciuta di oltre il 100% dal 2015. Il progetto, realizzato da Eni assieme a Basra Oil Company (BOC), ha segnato lo sviluppo rapido di uno dei più grandi giacimenti petroliferi nella regione meridionale di Bassora.

In Borsa intanto alle ore 9,50 le azioni Eni segnano stamani +0,52% a 15,80 euro, in una seduta debole per i petroliferi ma con il Ftse Mib ben intonato (+1,1%).



Testata giornalistica registrata al Tribunale di Monza - Copyright © 2018 Tutti i diritti riservati
AM FACTUAL SRLS C.F. 09708930962
Privacy