Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Skin ADV
Home



News Flash

Leonardo stringe accordo e si rafforza in Polonia

Lettera di intenti con PGZ per collaborare insieme sul programma del nuovo AW249

Stefano Neri
mercoledì 11 luglio 2018 15:02

Leonardo e l'azienda polacca Polska Grupa Zbrojeniowa (PGZ) hanno firmato una lettera di intenti (LoI - Letter of Intent) per collaborare insieme sul programma AW249, l'unico nuovo elicottero da combattimento attualmente in sviluppo a livello internazionale, con l'obiettivo di soddisfare uno specifico requisito dell'Esercito polacco.

Con questo accordo, Leonardo e PGZ potranno valutare varie aree di collaborazione tra cui progettazione, produzione, assemblaggio, commercializzazione e supporto post-vendita per l'elicottero AW 249.

Il documento testimonia infatti il comune interesse di PGZ e Leonardo nello sviluppo e nella produzione del nuovo elicottero da combattimento, pensato per le esigenze dell'Esercito Italiano, e di una sua variante polacca mirata al programma "Kruk" per un nuovo elicottero da combattimento. Gian Piero Cutillo, responsabile della divisione Elicotteri di Leonardo, spiega in proposito: "Questo accordo rappresenta una tappa fondamentale nella cooperazione tra le industrie della difesa italiana e polacca, e coinvolge quest'ultima nel più importante programma esistente per un nuovo elicottero da combattimento. Leonardo, tramite PZL-Swidnik, collabora da anni con il Ministero della Difesa polacco e questo accordo apre nuove prospettive per il programma Kruk, permettendoci di posizionarci al meglio per il soddisfacimento delle future esigenze della difesa polacca insieme a PGZ".

Per gli amanti dei dettagli tecnici, l'AW249 sarà dotato di tutte le più recenti soluzioni tecnologiche nel suo segmento di mercato beneficiando della grande esperienza operativa accumulata dall'AW-129 di Leonardo e del know-how dell'azienda per questa specifica tipologia di elicottero.

Con un peso massimo al decollo attorno alle 7-8 tonnellate e un carico utile superiore a 1800 kg, l'AW249 avrà velocità e autonomia che gli consentiranno di svolgere le più complesse operazioni di supporto aereo ravvicinato e scorta e sarà dotato di nuovi sistemi di missione e di comunicazione.

Oltre al cannone in torretta sotto il muso, l'AW-249 avrà notevole flessibilità nella scelta degli armamenti con sei punti di attacco per varie combinazioni di missili aria- superficie o aria-aria, razzi guidati o non guidati o serbatoi di carburante esterni. Due potenti motori consentiranno operazioni in tutte le condizioni ambientali (freddo o caldo, in quota o sul mare).

In Borsa intanto le azioni Leonardo si muovono in controtendenza con un rialzo dello 0,5% circa a 8,62 euro contro il -1,4% del Ftse Mib.



Testata giornalistica registrata al Tribunale di Monza - Copyright © 2018 Tutti i diritti riservati
AM FACTUAL SRLS C.F. 09708930962
Privacy