Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Skin ADV
Home



News Flash

Mediobanca, nuovo Patto raduna il 19,82% del capitale: i dettagli

L'assemblea del Patto di Sindacato, preso atto dello scioglimento causato dalle disdette di Bollorè e Italmobiliare, ha varato il nuovo accordo light proposto dal patron di Mediolanum

Rosario Murgida
giovedì 6 dicembre 2018 08:58

Titolo Mediobanca sotto tono nelle prime battute della seduta il giorno dopo il via libera dell'assembla del Patto di Sindacato alla nuova versione 'light' dell'accordo proposta dal patron di Mediolanum, Ennio Doris.

I soci che hanno confermato la loro adesione, o meglio non hanno presentato la loro disdetta entro la scadenza del 30 settembre scorso come fatto da Vincent Bollorè e Italmobiliare, hanno infatti deciso all'unanimità di dare seguito allo stesso Patto ma in una variante aggiornata e più leggera. In particolare, i principali soci della banca d'affari, titolari nel complesso del 19,82% del capitale hanno sottoscritto un nuovo accordo, esclusivamente di consultazione, che non prevede impegni né di blocco né di voto sulle azioni apportate.

Dunque da ora in poi i pattisti saranno liberi da qualsiasi vincolo o limiti nelle loro intenzioni di vendita o acquisto di azioni con l'unica imposizione di non "porre in essere operazioni che facciano sorgere obblighi di Opa". In tal caso il socio "è obbligato a tenere indenne da costi e oneri tutti gli altri partecipanti". Inoltre il nuovo patto prevede "la piena libertà di voto dei partecipanti nell'assemblea ordinaria o straordinaria dei soci della banca". Gli organi del nuovo accordo saranno un comitato con funzioni istruttorie e organizzative "formato da tre o quattro componenti tra cui il presidente dell'accordo" e l'assemblea, che avrà la possibilità di presentare una lista di candidati per la nomina dei consiglieri e del collegio sindacale. Tuttavia, i pattisti hanno stabilito che sia "prassi preferibile" lasciare al Cda la facoltà di presentare una propria lista per il rinnovo "in quanto maggiormente aderente alla normativa europea e alle best practices internazionali".

Nel caso il consiglio opti per tale soluzione, "nessun partecipante avrà la facoltà di presentare una propria lista, ferma restando la piena libertà di voto nell'assemblea dei soci della banca". In caso contrario il presidente dell'accordo "convocherà senza ritardo l'assemblea dei partecipanti per predisporre una lista che dovrà essere approvata con la maggioranza dei tre quarti delle azioni". Inoltre se sia il Cda che i pattisti non procedano con il deposito di una lista, allora, "ogni partecipante o gruppo di partecipanti avrà la facoltà di presentare una propria lista, ferma restando la piena libertà di voto nell'assemblea dei soci della banca".

Al nuovo patto di consultazione aderiscono UniCredit, Mediolanum, Schematrentatré, Fin.Priv., Fininvest, gruppo Gavio, gruppo Ferrero, gruppo Pecci, Angelini Partecipazioni Finanziarie, Sinpar, Mais Partecipazioni Stabili, Finprog Italia, Vittoria Assicurazioni e Romano Minozzi. Non sono più previste disdette o altre forme di conferma della partecipazione nè tantomeno soglie minime per lo scioglimento del Patto come nella vecchia versione ma ora figura una clausola per cui i pattisti non saranno più tali in caso di una quota pari o inferiore alle 500 mila azioni.

Ora partirà la raccolta delle sottoscrizioni con l'obiettivo di portarla a termine entro il 31 dicembre e rendere efficace il nuovo accordo dal primo gennaio. La durata sarà di tre anni con la possibilità di una proroga per ulteriori 3 anni.

Alle 9,18 il titolo Mediobanca perde lo 0,88% a 7,662 euro.



Testata giornalistica registrata al Tribunale di Monza - Copyright © 2018 Tutti i diritti riservati
AM FACTUAL SRLS C.F. 09708930962
Privacy