Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Skin ADV
Home



News e Analisi

Commerzbank cede maxi portafoglio di crediti italiani

Continua la strategia di razionalizzazione del gruppo tedesco, già candidato a una fusione cross border europea

Stefano Neri
venerdì 12 gennaio 2018 10:03

Commerzbank, la seconda maggiore banca tedesca al centro da tempo di voci su una possibile fusione a livello europeo, si appresta a cedere un corposo portafoglio di crediti relativi a clientela italiana.

I crediti, secondo quanto riferiscono indiscrezioni di stampa, sono in gran parte performanti e garantiti da immobili. Valore: intorno ai 250 milioni. L'operazione, soprannominata "progetto Borromini", scaturisce nell'ambito di una più ampia ristrutturazione da parte della banca teutonica dei portafogli di crediti in Europa e fa seguito alla cessione di crediti nei mesi scorsi per 400 milioni.

Tra i soggetti in campo per "Borromini" ci sarebbero in campo diversi soggetti fra cui la rivale tedesca Deutsche Bank e due colossi americani: Jp Morgan e Bank of America-Merrill Lynch.

Commerzbank è controllata dallo Stato tedesco con una quota del 15% ed è stata accreditata diverse volte negli ultimi mesi per un'aggregazione europea. Non è dunque da escludere che la strategia di razionalizzazione sia collegata alla necessità di farsi più "bella" e attirare un compratore, che finora non si è fatto avanti.

Anzi. Le voci più insistenti riguardavano una possibile fusione con il Crédit Agricole (accostata invece in questi giorni a Intesa Sanpaolo per una possibile integrazione) ma la banca francese ha smentito. Lo scorso ottobre, presentando i risultati agli analisti, il ceo Philippe Brassac ha detto che "non abbiamo alcun progetto di acquisire il capitale o una parte del capitale di Commerzbank". A settembre le voci di una fusione tra Commerz e Unicredit avevano spinto la banca milanese a smentire i rumors, che nel frattempo avevano affondato il titolo in Borsa. Le voci in quei giorni riguardavano anche un possibile matrimonio dei tedeschi con Bnp Paribas.

In ogni caso, si sa che Commerzbank ha dato mandato a due banche d'investimento, Goldman Sachs e Rothschild, per studiare diverse opzioni strategiche.



Testata giornalistica registrata al Tribunale di Monza - Copyright © 2018 Tutti i diritti riservati
AM FACTUAL SRLS C.F. 09708930962
Privacy