Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Skin ADV
Home



News e Analisi

Deutsche Bank, accordo per esuberi in Italia

First Cisl: intesa positiva che prevede uscite volontarie e maggiori tutele per chi rimane in servizio

Redazione FR
giovedì 4 maggio 2017 13:35

E' stato firmato nella serata di ieri un accordo sugli esuberi alla divisione italiana di Deutsche Bank, il colosso tedesco alle prese con un piano globale di taglio dei costi.

Ne dà notizia il sindacato first Cisl, che parla di accordo "positivo, con uscite volontarie e apertura a partecipazione gestionale".

L'intesa riguarda le eccedenze occupazionali dichiarate dall'azienda nel quadro del progetto di ristrutturazione aziendale denominato Strategy 2020, che porterà all'incorporazione dell'attuale Gruppo italiano in un'unica legal entity (DB Spa) con l'eccezione di DB mutui, che verrà ceduta alla capogruppo tedesca Db.

"Gli elementi positivi - spiega Antonio Valentini, della segreteria nazionale di First Cisl, - sono soprattutto due, l'aver ribadito la volontarietà delle uscite e l'aver posto le premesse per il coinvolgimento preventivo dei lavoratori nella gestione dei processi aziendali attraverso l'istituzione di organismi bilaterali".

"Questo primo step, relativo a 71 uscite - spiega Maurizio Gemelli, segretario responsabile di Gruppo di First Cisl -, si è incentrato sulla volontarietà delle uscite in base alle domande non accolte nella precedente riorganizzazione, ponendo tuttavia attenzione anche sulle tutele per chi rimane in servizio, in particolare limitando al massimo la mobilità geografica indotta dalle uscite".

L'istituto tedesco da parte sua conferma, pur precisando che l'accordo non contempla alcun riferimento alla cogestione. Deutsche Bank Spa accorperà una decina di sportelli su 650 punti vendita: circa l'1,5%. E lo farà in piazze dove è presente con più filiali, per esempio Rapallo, Oggiono, Sanremo, "in considerazione delle mutate esigenze della clientela e per adeguarsi all'approccio sempre più fai-da-te e multimediale, della stessa". In linea generale, i temi di confronto sono stati le ricadute occupazionali conseguenti l'accorpamento di sportelli limitrofi tra loro e l'organizzazione delle risorse. Deutsche Bank sottolinea di aver effettuato importanti investimenti nell'automazione delle filiali, nella formazione del personale, nella ricerca di specifiche skills e nella tecnologia digitale a disposizione dei clienti. Contestualmente, come già avvenuto in altri esercizi, anche per quello in corso è previsto per il personale in esubero (71 su 4000, pari a circa l'1,5%) il ricorso su base volontaria a prepensionamenti e al fondo di solidarietà del settore nell'ambito di una responsabile e attenta gestione sociale della riorganizzazione.



Copyright © 2017 Tutti i diritti riservati
AM FACTUAL SRLS C.F. 09708930962
Privacy