Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Skin ADV
Home



News e Analisi

Immobiliare, per Ubs Milano città più conveniente in Europa

Lo indica il report sul rischio bolla. Speranze di ripresa dei prezzi dopo che dal 2007 sono calati del 30%

Redazione FR
lunedì 2 ottobre 2017 11:23

Milano è la città con le valutazioni più convenienti tra le metropoli europee, mentre i rischi di bolla immobiliare aumentano in altri centri localizzati nelle regioni sviluppate. E' quanto si ricava dal rapporto UBS Global Real Estate Bubble Index 2017, che analizza i prezzi degli immobili residenziali in 20 metropoli di tutto il mondo.

Toronto nel mondo è la città più a rischio di bolla immobiliare, seguita, in ordine decrescente, da Stoccolma, Monaco di Baviera, Vancouver, Sydney, Londra, Hong Kong e Amsterdam. In Europa invece, Milano continua a presentare valutazioni più convenienti rispetto ad altri centri finanziari dell'Europa occidentale, per quanto concerne il mercato immobiliare. Aumenta il pericolo di bolla immobiliare a Stoccolma, Monaco di Baviera e Amsterdam, mentre Francoforte, Zurigo e Ginevra si sono ulteriormente sopravvalutate dal 2016. Londra è ancora a rischio, ma meno dell'anno scorso quando si temeva il peggio per la Brexit.

In Europa comunque Milano è la città che, secondo lo studio, offre le valutazioni più interessanti. Un professionista qualificato nel settore dei servizi deve lavorare in media solo 5,7 anni per permettersi un appartamento di 60 metri quadrati, il che indica le condizioni più convenienti di tutta Europa.

I prezzi reali degli alloggi rimangono circa il 30% al di sotto del livello del 2007. La lenta crescita economica ha continuato a penalizzare la ripresa dell'immobiliare residenziale. Gli ultimi dati segnalano tuttavia un miglioramento nelle prospettive e un aumento costante dell'occupazione in Lombardia, che a sua volta sosterrà i redditi. UBS ritiene che i prezzi delle case siano pertanto destinati a salire.

Nel resto d'Europa, invece, la situazione si sta già surriscaldando. Negli ultimi quattro trimestri l'UBS Global Real Estate Bubble Index è salito in tutte le città europee oggetto dello studio. Forti incrementi sono stati registrati ad Amsterdam, Francoforte e Monaco di Baviera. Tutte le città che figurano nello studio, tranne Milano, sono quantomeno sopravvalutate.



Testata giornalistica registrata al Tribunale di Monza - Copyright © 2017 Tutti i diritti riservati
AM FACTUAL SRLS C.F. 09708930962
Privacy