Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Skin ADV
Home



News e Analisi

Mps, Morelli "allunga" la giornata di lavoro?

Una frase dell'amministratore delegato al Congresso della Fabi scatena le polemiche in rete. Il rischio di un allungamento degli orari di lavoro non è ben visto per nulla a Siena

Rosario Murgida
venerdì 9 marzo 2018 17:36

Si va verso un allungamento dei turni lavorativi per i dipendenti di Mps? Non è detto ma l'amministratore delegato Marco Morelli è stato sibillino nelle sue dichiarazioni al congresso della Fabi.

Morelli ha parlato del più e del meno al congresso del sindacato dei bancari. Ha escluso un "rischio politico" legato all'esito elettorale, ha ribadito l'obiettivo di portare avanti il piano di rilancio e fornito alcune indicazioni su quali aree intervenire per migliorare l'efficienza e l'organizzazione dopo i conti in profondo rosso e peggiori delle attese registrati nel 2017.

Proprio i conti hanno aumentato le probabilità che le autorità europee chiedano nuovi tagli ai costi e per questo motivo Morelli avrebbe avviato un esame dei costi di struttura per individuare nuovi possibili riduzioni. Per il momento sembrano esclusi ritocchi alla forza lavoro anche perchè gli accordi sindacali sul piano di uscite hanno già portato nel 2017 alla riduzione di 1.800 dipendenti, alla chiusura di filiali e a nuovi salari mentre sembra che siano al vaglio ulteriori dismissioni di attività e immobili.

Ulteriori iniziative potrebbero però riguardare l'organizzazione generale della forza lavoro. Ai più sembra sfuggita una frase dello stesso Morelli. L'amministratore delegato avrebbe infatti dichiarato al congresso: "Quando mi parlate di pressioni commerciali io vi dico che se la gente alle 4 o alle 5 va a casa, la banca i risultati non li porta".

Si prospetta, dunque, un allungamento dell'orario di lavoro dei dipendenti di Mps sulla base di quanto dichiarato da Morelli? Il dirigente ha escluso pressioni sulla forza lavoro per raggiungere gli obiettivi commerciali ma intanto sono scattate le polemiche a Siena, in particolare su internet, dove spuntano commenti per ricordare come esistano nei contratti di lavoro concordati con i sindacati indicazioni ben precise sugli orari lavorativi, per attaccare Morelli chiedendogli magari di assumersi la responsabilità di andare a prendere a scuola i figli dei dipendenti e per ricordare come i problemi della banca siano nati per opera dei dirigenti non per gli orari di lavoro seguiti dai bancari di Mps.

Del resto non va trascurato come le frasi di Morelli si inseriscano in un contesto in cui a Siena sono molte le voci critiche verso l'operato dei dirigenti, sia del passato che del presente, e quindi era ovvio che sorgessero critiche nei confronti dell'amministratore delegato.

Ora bisognerà vedere se le frasi di Morelli si concretizzeranno in una vera e propria misura ma non è detto che una proposta del genere possa avere vita facile. Rimangono le polemiche a testimoniare quanto dura sia la strada intrapresa dalla banca verso l'auspicato rilancio.

Intanto a Piazza Affari il titolo Mps chiude oggi marginalmente positivo con un +0,13% a 3,14 euro in una seduta debole per la Borsa milanese.



Testata giornalistica registrata al Tribunale di Monza - Copyright © 2018 Tutti i diritti riservati
AM FACTUAL SRLS C.F. 09708930962
Privacy