Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Skin ADV
Home



News e Analisi

Mps, per la presidente Bariatti ritorno all'utile nel 2018 è possibile

"Magari, vedremo". Il target finora è fissato nel piano dell'ad Morelli nel 2019

Stefano Neri
mercoledì 16 maggio 2018 13:30

La presidente di Mps Stafania Bariatti con l'ad Marco Morelli
La presidente di Mps Stafania Bariatti con l'ad Marco Morelli

(Aggiornato dopo la chiusura di Borsa) - "Magari, vedremo". Con queste parole la presidente di Banca Mps, Stefania Bariatti, ha aperto a una possibile accelerazione di un target chiave del piano industriale della banca senese: il ritorno all'utile, che potrebbe essere anticipato al 2018 rispetto al 2019 prefigurato dalle strategie dell'ad Marco Morelli.

Bariatti parlava a margine dell'esecutivo che si è svolto stamani a Milano. Mps ha riportato la scorsa settimana una trimestrale sopra attese e secondo un'analisi pubblicata da Finanza Report potrebbe centrare con un un anno di anticipo alcuni obiettivi del piano.

Rispondendo a chi le domandava se Mps, tornata al nero nel primo trimestre, potrà chiuderà in utile il bilancio 2018 (e non 2019 come previsto) Bariatti ha precisato: "Non raccontiamo niente che non sia nei fatti, nelle carte. Andiamo avanti passo a passo, noi andiamo avanti coi fatti piano piano - ha aggiunto - questa è la nostra posizione". Parole come si vede prudenti, che non hanno mancato però di suscitare la curiosità dei giornalisti presenti, per l'avvocatessa entrata alla presidenza del Monte dei Paschi nello scorso dicembre.


Sulla possibilità di un nuovo governo M5S-Lega e di un eventuale ricambio al vertice della banca (di cui lo Stato detiene oltre il 68%) Bariatti ha risposto in modo lapidario: "L'azionista è l'azionista", ha detto.

Quanto alla bozza di programma di governo scitta da Lega e Cinque stelle, ma poi accantonata, la presidente di Mps ha spiegato che "non l'abbiamo valutata, hanno già detto che è una bozza superata, vedremo il documento definitivo".



Intanto in Borsa le azioni Mps cedono oggi lo 0,7% a 3,20 euro nonostante l'intonazione fortemente negativa del mercato.



Testata giornalistica registrata al Tribunale di Monza - Copyright © 2018 Tutti i diritti riservati
AM FACTUAL SRLS C.F. 09708930962
Privacy