Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Skin ADV
Home



News e Analisi

Pop. Sondrio e Creval fanno shopping sulle ex Venete

L'offerta della popolare valtellinese avrebbe battuto la concorrenza di Ibl Banca e Compass per Prestinuova. Confermato interesse del Creval per Claris factoring

Stefano Neri
lunedì 16 aprile 2018 17:35

(Aggiornato dopo la chiusura di Borsa) - Sarebbe in dirittura d'arrivo la vendita di Prestinuova, uno dei "pezzi" rimasti in capo alle banche venete in liquidazione coatta amministrativa e in particolare all'ex Banca Popolare di Vicenza. A comprarla potrebbe essere la Banca Popolare di Sondrio, che ha messo sul piatto 50 milioni.

A riferire le indiscrezioni è Debtwire, un provider di informazioni finanziarie solitamente bene informato. L'interesse per l'asset ex Bpvi non è certo mancato, trattandosi di un istituto che opera nel settore oggi gettonatissimo della cessione del quinto. Tanto è vero che la Popolare di Sondrio avrebbe battuto la concorrenza di Ibl Banca e Compass (Gruppo Mediobanca), due player di primo piano del settore. I liquidatori della ex Banca Popolare di Vicenza, affiancati dall'advisor Deloitte, avrebbero infatti selezionato la proposta dell'istituto valtellinese. Il prezzo concordato sarebbe di poco superiore ai 50 milioni di euro.

Curiosamente, entrambi gli istituti valtellinesi si stanno rivelando particolarmente attivi sul fronte delle ex banche venete. Nei giorni scorsi è emerso l'interesse del Creval per Claris Factor dell'ex Veneto Banca, che opera in un'attività altrettanto in espansione come il factoring (cresciuta di circa il 10% nel 2017). Per Claris Leasing si sarebbero invece fatte avanti Cassa Centrale Banca, una cordata di FinInt e Goldman Sachs e Alba Leasing.

E ancora la Popolare di Sondrio studia da tempo un'offerta assieme a Bper per il 40% di Arca Sgr che fa capo alle ex Venete. Un'offerta che si potrebbe concretizzare nei prossimi mesi, secondo quanto ha detto sabato scorso a margine dell'assemblea della banca l'ad di Bper, Alessandro Vandelli. Bper è già primo azionista della Sgr nonché il maggiore distributore dei suoi prodotti. La Banca Popolare di Sondrio è il secondo azionista. La Popolare di Vicenza e Veneto Banca detenevano invece il 20% a testa della Sgr.

Fra le cessioni andate in porto da parte dei liquidatori delle ex venete, si annoverano la vendita di Bim ad Attestor Capital e di Farbanca alla conglomerata cinese Cefc.



Testata giornalistica registrata al Tribunale di Monza - Copyright © 2018 Tutti i diritti riservati
AM FACTUAL SRLS C.F. 09708930962
Privacy