Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Skin ADV
Home



News e Mercati

Borsa Milano chiude positiva, Ftse Mib riaggancia quota 22mila punti

Piazza Affari termina in rialzo una seduta di recupero per le Borse europee. Svetta Saipem

S. N.
lunedì 9 luglio 2018 17:46

Piazza Affari chiude in rialzo una seduta positiva per le Borse europee. La crisi di governo nel Regno Unito, dove anche il segretario agli Esteri Boris Johnson si è dimesso per divergenze sulla Brexit, non pesa sugli indici azionari.

A Milano il Ftse Mib segna in chiusura +0,49% a 22.033 punti. Londra chiude in rialzo di circa l'1%.

Sul forex, prosegue il rimbalzo dell'euro/dollaro poco sopra 1,1750 contro il biglietto verde. Cede terreno invece la sterlina.

Contrastato il petrolio con il Brent in ripresa sopra i 78 dollari al barile e il Wti debole sotto 74 dollari.

Sull'obbligazionario, il tasso del Btp a 10 anni si attesta in questo momento al 2,66% da 2,71% di venerdì, con lo spread sul Bund a quota 236 punti base da 242.


Tornando agli indici di Borsa, a Piazza Affari svetta Saipem +3,9% su voci di un maxi contratto in Azerbaijan. Fra i petroliferi si mette in evidenza anche Tenaris +2,6% mentre Eni che ha scoperto altro petrolio nel deserto in Egitto avanza dello 0,8%.

Occhi puntati sulle banche con Banco Bpm +1,1% che aspetta nelle prossime ore le offerte sugli Npl del progetto Ace. Mps rimbalza oggi di circa 1 punto percentuale, ma è ancora nei pressi dei minimi storici, Unicredit +0,95%, Ubi e Fineco +1,3%, fra le altre. Più indietro Bper +0,3%, Intesa Sanpaolo +0,2%.

In fondo al comparto bancario Carige -2,3% alla vigilia di un cda al alta tensione.

Nel risparmio gestito bene Anima +3,5% che beneficia di un report di Banca Imi nonostante la raccolta debole di giugno, ne approfitta anche Azimut +2%.

Prosegue il recupero di Mediaset +2,8% mentre in fondo al listino Salvatore Ferragamo cede l'1,7%.



Testata giornalistica registrata al Tribunale di Monza - Copyright © 2018 Tutti i diritti riservati
AM FACTUAL SRLS C.F. 09708930962
Privacy