Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Skin ADV
Home



News e Mercati

Borsa: Wall Street apre in rialzo

I listini americani aprono in territorio positivo con il venir meno dei timori per l'instabilità politica negli Stati Uniti. Bene il petrolio in vista della riunione dell'Opec del 25 maggio

Redazione FR
venerdì 19 maggio 2017 15:32

Wall Street apre in territorio positivo l'ultima seduta della settimana a dimostrazione della ritrovata fiducia degli investitori e del venir meno dei timori di instabilità politica in Usa dopo una giornata caratterizzata da una fortissima volatilità.

Il Dow Jones ha aperto le contrattazioni in rialzo dello 0,1% a 20.697 punti, l'S&P 500 dello 0,2% at 2.370 e il Nasdaq Composite dello 0,4% at 6.077.

Ieri la prima parte della seduta è stata caratterizzata da un elevato nervosismo tra gli investitori per recenti mosse del presidente statunitense Donald Trump. L'ex immobiliarista è finito nel mirino della stampa per una serie di episodi come le interferenze su un'indagine dell'FBI, culminata con il licenziamento del direttore dell'agenzia, nonchè l'ammissione della condivisione di informazioni segrete con il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov nel corso di un incontro alla Casa Bianca. Il cosiddetto Russiagate ha creato tensioni all'interno del mondo politico americano con le prime richieste di impeachment e ovviamente sui mercati con i timori degli investitori per le difficoltà nell'arrivare all'attesa riforma fiscale. A tutto ciò si sono aggiunti i timori geopolitici provenienti dal Brasile, dove Michel Temer, diventato presidente pochi mesi fa dopo la defenestrazione di Dilma Roussef, rischia infatti di finire nell'occhio del ciclone dopo le accuse di corruzione mosse contro la sua persona da Joesley Batista, amministratore delegato della multinazionale delle carni animali Jbs.

L'effetto combinato di Trump e del Brasile hanno portato nella prima parte della seduta il Dow Jones a perdere 372 punti con il peggior ribasso da inizio anno prima di imboccare la strada del recupero e chiudere in rialzo di 55 punti. Wall Street ha beneficiato dei positivi dati macroeconomici e dell'andamento positivo dei titoli tecnologici.

Tra i titoli da segnalare Deere e Foot Locker con la prima che ha battuto le attese sul fronte sia dei profitti che dei ricavi e la seconda che le ha deluse per entrambi gli indicatori finanziari.

Andamento positivo per le quotazioni del petrolio, in vista della riunione dell'Opec del prossimo 25 maggio che dovrebbe portare alla proroga oltre la scadenza di giugno prossimo e fino a marzo 2018 degli accordi sul taglio della produzione pur di sostenere i prezzi. Il Wti scambia in rialzo dell'1,26% a 49,97 dollari mentre il Brent guadagna l'1,33% a 53,22 dollari.

Tra le commodity l'oro è poco mosso a 1.254,5 dollari l'oncia, mentre sul fronte valutario il cross euro/dollaro è in progresso dello 0,75% a 1,1186.



Copyright © 2017 Tutti i diritti riservati
AM FACTUAL SRLS C.F. 09708930962
Privacy