Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Skin ADV
Home



News e Mercati

Oggi in Borsa: Tim, Recordati, Salini Impregilo, Carige

L'apertura delle Borse europee è attesa oggi positiva, Wall Street ha chiuso ieri con recupero sprint

S. N.
venerdì 7 dicembre 2018 08:24

L'apertura delle Borse europee è attesa oggi positiva all'indomani di un tonfo generalizzato che non ha risparmiato Piazza Affari (-3,5% il Ftse Mib) sui timori per una frenata dell'economia mondiale e nuove tensioni Usa-Cina in sottofondo (caso Huawei).

Una svolta però è arrivata durante la seduta americana, quando gli indici di Wall Street si sono resi protagonisti di un recupero sprint dopo indiscrezioni di stampa sull'intenzione della Fed di mettere in pausa il ciclo di rialzi dei tassi.

Occhi puntati sulla seconda e ultima giornata del vertice Opec che deve trovare l'accordo per un taglio alla produzione nei prossimi 6 mesi.

Fra i dati macro, in Germania la produzione industriale di ottobre è uscita a -0,5% contro attese del consensus per +0,3%. In evidenza negli Usa l'occupazione di novembre (ore 14,30) con nuovi posti di lavoro attesi dagli analisti a quota 200mila, tasso di disoccupazione e salari orari medi a +0,3%. Numeri questi ultimi che potrebbero influire sulle decisioni della Fed nel Fomc del prossimo 18-19 dicembre.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso in rialzo del +0,82% a 21.678 punti.

Sul mercato forex l'euro/dollaro segna 1,1365 (+0,08%).

Il petrolio vede il Brent a 59,56 dollari al barile (-0,83%) e il Wti a 51,05 dollari (-0,85%).

Wall Street,ha chiuso ieri sera contrastata: Dow Jones -0,32% a 24.947 punti, S&P 500 -0,15% a 2.695 punti, Nasdaq +0,42% a quota 7.188.


Sulla Borsa di Milano, non mancano gli spunti societari fra cui un cda di Tim conclusosi ieri senza novità rilevanti, ma che indiscrezioni di stampa descrivono dai toni accesi. Il confronto si sarebbe animato sulla richiesta caldeggiata da Vivendi e raccomandata dai sindaci di un'assemblea per il rinnovo dei revisori, con la decisione poi slittata al prossimo 17 gennaio. Inoltre avrebbe tenuto banco la questione del licenziamento dell'ad Amos Genish. Il board intanto ha provveduto a rinnovare i comitati interni e ad approvare il calendario finanziario per il 2019 che fissa tra l'altro il cda per l'approvazione del bilancio al 26 febbraio e l'assemblea all'11 aprile.

Occhi puntati su Recordati, dopo che Rossini Investimenti, il veicolo utilizzato dal fondo Cvc per finanziare l'acquisizione del gruppo faramceutico, ha perfezionato l'acquisto del 51,8%, facendo scattare l'obbligo di promuovere l'opa. Rossini riconoscerà un corrispettivo pari a 27,55 euro per ogni azione portata in adesione all'offerta, che ha come obiettivo il delisting. In caso di totale adesione, il controvalore massimo è pari a 2,77 miliardi di euro. Il periodo di adesione sarà concordato con Borsa Italiana e avrà una durata compresa tra un minimo di 15 e un massimo di 25 giorni (salvo proroga o eventuale riapertura dei termini). Intanto Il presidente Alberto Recordati e i consiglieri Marco Vitale e Paolo Fresia si sono dimessi e il cda ha, quindi, cooptato Giampiero Mazza (nominato presidente), Cathrin Petty e Soren Vestergaard-Poulsen, i quali rimarranno in carica fino alla prossima assemblea che è stata convocata per il prossimo 5 febbraio per la nomina del nuovo consiglio.

Lane, società del gruppo Salini Impregilo, si è aggiudicata due contratti autostradali da 460 milioni di dollari nella Carolina del Nord, negli Stati Uniti. Lo comunica stamani il gruppo delle costruzioni. Il primo contratto, del valore di 260 milioni di dollari, dovrebbe vedere i lavori partire nella primavera del 2019 per essere completati alla fine del 2022. Il secondo contratto, del valore di 403 milioni, prevede la joint-venture al 50% con Blythe Construction, sussidiaria di Eurovia, della francese Vinci, per un valore di poco superiore ai 200 milioni di dollari.

Il cda di Carige, su richiesta del socio Pop 12 (Raffaele Mincione), ha integrato l'ordine del giorno della prossima assemblea del 22 dicembre con l'integrazione del collegio sindacale con l'elezione di un sindaco effettivo - il presidente del collegio - e di un sindaco supplente. La mossa fa seguito alle dimissioni di Carlo Lazzarini e del supplente Stefano Luigi Chisoli, che erano stati eletti nella lista di minoranza del socio Gabriele Volpi, circostanza che ha fatto pensare a un possibile disimpegno dell'imprenditore che è il secondo maggiore azionista dopo Malacalza.



Testata giornalistica registrata al Tribunale di Monza - Copyright © 2018 Tutti i diritti riservati
AM FACTUAL SRLS C.F. 09708930962
Privacy